Crea sito

Le principali tipologie di birra

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Le principali tipologie di birra

Le principali tipologie di birra

Le principali tipologie di birra

Oggi che è Venerdì abbiamo deciso di deliziare la vostra gola e il vostro gusto con una guida su le principali tipologie di birra 🙂

Per tutti gli intenditori e non questa guida su le principali tipologie di birra descriverà le caratterizzazioni della nostra amata bevanda alcolica, così da conoscerne al meglio il loro gusto.

Ecco le principali tipologie di birra:

Ale

È il nome con cui gli inglesi chiamano la loro birra tradizionale. Identifica birre ad alta fermentazione, di moderato contenuto alcolico e di poca schiuma, da bere a temperatura di cantina. Il termine indica le birre prodotte con il metodo ad alta fermentazione. Ma in senso stretto identifica una famiglia di birre inglesi aromatiche comprendente numerosi stili e sotto-categorie.

Blanche

Birra a base di frumento che viene prodotta in Belgio. E’ leggermente acidula, di color bianco lattiginoso. Assai rinfrescante e digestiva, con particolarità aromatiche dovute all’aggiunta di spezie. Contiene circa il 5% di alcool.

Barley Wine

Deve il nome al suo contenuto alcolico, da due a tre volte maggiore di una Ale normale. Alcuni tipi maturati in bottiglia migliorano di qualità col tempo. Piena di carattere, maltata e con un aroma fruttato che si unisce al bouquet del luppolo. Il colore varia dal ramato scuro fino al bruno intenso. Birra particolarmente alcolica, facilmente oltre il 9%.

Bock

Birre a bassa fermentazione e a gradazione elevata di produzione tradizionalmente tedesca. Dense, corpose, dal deciso sapore di malto. Spesso ambrata. Gradazione alcolica compresa tra il 4% e il 6%.

Doppio Malto

Secondo la legge italiana è doppio malto una birra con una gradazione Plato non inferiore a 14,5° e con circa 6,5% di alcool sul volume. Il nome non ha nulla a che fare con il metodo di produzione della birra.

Dubbel

Birra Belga rifermentata in bottiglia dal colore ambrato e carattere maltato.

Imperial Stout

“Stout” nata nel Regno Unito per essere esportata nella Russia imperiale. Concepita per essere conservata a lungo è una birra più alcolica di una “Stout” tradizionale, arrivando facilmente all’8%.

Indian Pale Ale o IPA

Birra Inglese destinata a mantenersi a lungo, creata nei tempi coloniali per l’esportazione in India. Versione più alcolica e luppolata della semplice “pale ale”, supera facilmente il 5% di alcool.

Lager

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Ogni birra prodotta a bassa fermentazione è genericamente chiamata lager. È la birra comune, ma non c’è niente di comune in questo stile birrario che è il più diffuso a livello mondiale. Di colore oro pallido, mediamente amara. Il nome deriva dal tedesco lager che indica i magazzini, le cantine in cui viene messa a maturare.

Lambic

Birra a fermentazione spontanea, che raccoglie cioè il lievito nell’aria e lascia fermentare liberamente il mosto. Birra belga di frumento e malto d’orzo rifermentata in bottiglia oppure in botti di quercia o rovere. Ha un sapore fresco e piuttosto acido, un colore chiaro opalescente e un’alcolicità vicina al 4%.

Märzen

Tipica birra tedesca di Monaco di Baviera. Viene prodotta in marzo per essere consumata durante l’Oktoberfest. È tipicamente una chiara dorata di buon corpo e dal carattere maltato, con un contenuto alcolico attorno al 5%.

Pale Ale

“Ale” inglese di colore ambrato con riflessi ramati o aranciati. Possiede un discreto corpo e un carattere luppolato e circa il 4% di alcool.

Pilsner o Pils

Questa tipologia trae il nome da Pilsen, la città ceca in cui è nata e nella quale viene tuttora prodotta la famosa Pilsner Urquell. Molto apprezzato questo stile birrario si è diffuso in diversi Paesi dove vengono prodotte birre denominate pils o pilsener. Sono birre a bassa fermentazione, di color oro pallido e in genere molto luppolate, il che conferisce un tocco di amarognolo in più, gusto secco e pulito e schiuma abbondante.

Porter

Originaria di Londra, simile alla “stout” ma poco meno scura e amara.

Saison

Stile ad alta fermentazione tipico del Belgio di lingua francese. Spesso rifermentata in bottiglia. È una birra fresca e ben luppolata con un’alcolicità tra il 6% e l’8%.

Stout

E’ la famosa birra nazionale irlandese, scurissima, con una schiuma abbondante e cremosa. Viene prodotta con orzo torrefatto e con l’aggiunta di caramello. Questo stile birrario è molto apprezzato anche in Gran Bretagna ma non mancano birre stout provenienti anche da altri Paesi. Di colore scuro impenetrabile e gusto amaro. Le inglesi sono più dolci.

Strong Ale

Stile diffuso in Belgio e Gran Bretagna. Birra ambrata e aromatica. Supera facilmente il 6% di alcool.

Trappiste

Le birre trappiste sono molto apprezzate in quanto vengono tuttora prodotte dai monaci trappisti in sei abbazie in Belgio. Vengono poi rifermentate in bottiglia. Di gradazione robusta (dal 6% al 12%). Il colore varia dall’oro carico, all’ambrato, allo scuro. Schiuma ricca. Gusto pieno.

Tripel

“Ale” belga di colore chiaro rifermentata in bottiglia. Più alcolica, speziata e meno maltata della “Dubbel”.

Weizen o Weisse

Birre di frumento tedesche, leggermente asprigne e dorate di una abbondantissima schiuma. Molto dissetanti e rinfrescanti, sono anche assai digestive. Altra caratteristica è il lievito che rimane in sospensione dando alla birra un gusto particolare e un aspetto opaco.

 

M.